Indennità COVID-19 di Maggio 2020

Indennità COVID-19 di Maggio 2020

News dal sito dell'INPS

È attivo il servizio online per la presentazione delle domande per l’indennità Covid-19 relativa al mese di maggio 2020. La misura straordinaria di sostegno è stata introdotta dal decreto Rilancio (articolo 84, commi 2, 3 e 6, decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34) per supportare i lavoratori in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il beneficio economico, erogato dall’INPS, non concorre alla formazione di reddito ed è riconosciuto a:

  • liberi professionisti con partita IVA, compresi partecipanti a studi associati/società semplice;
  • collaboratori coordinati e continuativi. Per questa categoria di lavoratori non occorre presentare una nuova domanda, se si è già fruito del bonus relativo a marzo e aprile;
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali. Anche in questo caso, non è necessaria una nuova domanda, se si è già fruito del bonus per marzo e aprile.

Indennità per il mese di marzo, aprile e maggio prevista dal Decreto applicativo art. 44 DL 18/2020 e dal «DL Rilancio» in favore di:

  • Lavoratori stagionali dei settori diversi dal turismo e stabilimenti termali
  • Lavoratori intermittenti
  • Lavoratori con contratto di lavoro autonomo occasionale
  • Incaricati alle vendite a domicilio

Indennità per il mese di aprile e maggio prevista dal «DL Rilancio» in favore di:

  • Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 e con un reddito derivante non superiore a 35.000€,
  • Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 e con un reddito derivante non superiore a 50.000€
  • Lavoratori somministrati impiegati presso imprese utilizzatrici del settore turismo e stabilimenti termali

NOTA BENE
per coloro che hanno già richiesto l’indennità per il mese di marzo, in caso di accoglimento sarà rinnovata automaticamente per i mesi di aprile e maggio senza necessità di presentare nuova domanda.

Indennità per il mese di maggio prevista dal «DL Rilancio» in favore di:

  • Liberi professionisti con partita IVA e partecipanti a studi associati/società semplice con partita IVA
  • Lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa
  • Lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali

NOTA BENE
ad eccezione dei liberi professionisti e partecipanti a studi associati/società semplice, per coloro che hanno già richiesto l’indennità per i mesi di marzo e aprile, in caso di accoglimento sarà rinnovata automaticamente per il mese di maggio senza necessità di presentare nuova domanda.

Si precisa che con riferimento ai lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago ed ai lavoratori agricoli a tempo determinato e le altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali, non è previsto il beneficio per il mese di maggio.

Chiedi la tua consulenza in videoconferenza

Nessun software da installare e nessuna iscrizione

Rispondi