COVID-19 Nuove scadenze per il Modello 730. Conviene aspettare la nuova scadenza?

COVID-19 Nuove scadenze per il Modello 730. Conviene aspettare la nuova scadenza?

L’emergenza sanitaria ed economica ha stravolto il calendario fiscale e così anche per il termine di trasmissione del modello 730/2020, anno d’imposta 2019.

L’art. 1 del Decreto Legge 2 marzo 2020, n. 9, ha variato le scadenze ai CAF-dipendenti ed ai professionisti abilitati per il 2020.

Slitta dal 7 al 31 marzo 2020 il termine entro cui i sostituti di imposta devono trasmettere la Certificazione Unica e dal 28 febbraio al 31 marzo quello entro cui gli enti terzi devono inviare i dati utili per la dichiarazione precompilata.

È prorogato al 5 maggio 2020 – dalla precedente data del 15 aprile – il giorno in cui sarà disponibile per i contribuenti la dichiarazione precompilata sul portale dell’Agenzia.

Infine, passa dal 23 luglio al 30 settembre 2020 la scadenza per l’invio del 730 precompilato.

AdempimentoScadenza 2020
(ante modifica)
Scadenze 2020
(post modifica)
Termine di presentazione del modello 730 precompilato23 luglio30 settembre
Nuove scadenze fiscali 2020

Attenzione però, perché nulla è cambiato per la liquidazione del Modello 730. Infatti le somme saranno trattenute o rimborsate, a seconda se trattasi di debito o credito, nella prima retribuzione utile.

Questo significa che se un dipendente presenta il proprio modello 730 ad un CAF entro maggio 2020, riceverà, se a credito, il proprio rimborso con la retribuzione di luglio 2020.

Qualora un contribuente dovrà scontare delle spese sostenute nel 2019 da portare in deduzione e/o detrazione, quindi, sarà conveniente presentare il 730 a maggio senza aspettare il termine ultimo, il 30 settembre 2020.

Data di presentazione al CAFData di invio telematico all’Agenzia delle entrate
entro il 31 maggio15 giugno
dal 1 giugno al 20 giugno29 giugno
dal 21 giugno al 15 luglio23 luglio
dal 16 luglio al 31 agosto15 settembre
dal 1 settembre al 30 settembre30 settembre

Rispondi