COVID-19 Assistenza fiscale online. Procedura per i contribuenti

COVID-19 Assistenza fiscale online. Procedura per i contribuenti

E’ consentito che i CAF e i professionisti abilitati gestiscano “a distanza” l’attività di assistenza fiscale o di assistenza per la predisposizione del 730, con modalità telematiche, acquisendo la delega sottoscritta dal contribuente.
È, inoltre, previsto che, in caso di necessità determinata, ad esempio, dall’indisponibilità di strumenti, quali stampanti o scanner, il contribuente possa inviare una delega non sottoscritta, ma suffragata da una propria autorizzazione.
L’autorizzazione può essere resa, ad esempio, con strumenti informatici, quali un video o un messaggio di posta elettronica accompagnato da una foto, anche mediante il deposito nel cloud dell’intermediario.
Resta fermo l’obbligo di regolarizzazione, con consegna delle deleghe e della documentazione, una volta cessata l’attuale situazione emergenziale.

E’ quanto chiarito dalla  Circolare n. 9/E del 13 aprile 2020 a seguito delle possibilità introdotte dal Decreto Liquidità (all’articolo 25).

Quindi, anche se il contribuente non fosse in possesso di una stampante o di uno scanner sarà possibile compilare una delega anche in forma libera. In pratica, si potrà scrivere la delega anche a mano, su un foglio bianco a patto che contenga i seguenti elementi fondamentali:

  • il codice fiscale e dati anagrafici del contribuente;
  • la denominazione del CAF o il nome del professionista;
  • il consenso all’accesso alla dichiarazione precompilata e al trattamento dei dati personali;
  • la firma e un documento di riconoscimento dello stesso.

Il nuovo modello di delega in forma libera dovrà pertanto essere sottoscritto e potrà essere fotografato unitamente al documento di riconoscimento (anche tramite uno smartphone) ed inviato al Caf o al professionista abilitato tramite e-mail o sistemi di messaggistica istantanea (Whatsapp, Telegram, etc.).

Ricordiamo che la scadenza del termine di presentazione all’Agenzia delle Entrate è stato spostato al 30 settembre.

AdempimentoScadenza 2020
(ante modifica)
Scadenze 2020
(post modifica)
Termine di presentazione del modello 730 precompilato23 luglio30 settembre
Nuove scadenze fiscali 2020

Attenzione

Nulla è cambiato per la liquidazione del Modello 730.

Infatti le somme saranno trattenute o rimborsate, a seconda se trattasi di debito o credito, nella prima retribuzione utile.

Questo significa che se un dipendente presenta il proprio modello 730 ad un CAF entro maggio 2020, riceverà, se a credito, il proprio rimborso con la retribuzione di luglio 2020.

Qualora un contribuente dovrà scontare delle spese sostenute nel 2019 da portare in deduzione e/o detrazione, quindi, sarà conveniente presentare il 730 a maggio senza aspettare il termine ultimo, il 30 settembre 2020.

Data di presentazione al CAFData di invio telematico all’Agenzia delle entrate
entro il 31 maggio15 giugno
dal 1 giugno al 20 giugno29 giugno
dal 21 giugno al 15 luglio23 luglio
dal 16 luglio al 31 agosto15 settembre
dal 1 settembre al 30 settembre30 settembre
Prenota la tua dichiarazione

Fonte: fisco7.it

Rispondi